Musei, un esercito di 18.000 volontari

Sono quasi cinquemila i musei aperti al pubblico in Italia secondo il Rapporto Annuale dell’Istat 2018. Un grande patrimonio che in molte situazioni (troppe?) dipende da un vero e proprio esercito di volontari, oltre 18.000 secondo i dati disponibili.

Andiamo per ordine. Come sono articolati i musei?

Nel dettaglio abbiamo:

  • 4158 musei e gallerie
  • 282 aree e siti archeologici
  • 536 monumenti o complessi monumentali.

Il pubblico prevale sul privato. L’Istat evidenzia infatti che:

  • il 64% delle strutture è pubblico
  • Tre le strutture pubbliche, prevale la proprietà dei Comuni
  • Solo il 9% delle strutture pubbliche sono statali (439), ma si tratta delle più importanti aree e strutture del paese, come il Colosseo, gli Scavi di Pompei, la Galleria degli Uffizi
  • Queste strutture da sole fanno 47 milioni di ingressi su un totale generale di 110 milioni su base annua

Quanti sono i residenti in Italia che usufruiscono delle strutture e degli spazi museali?

Secondo l’Istat tra i residenti di almeno sei anni poco più di 17 milioni di cittadini è entrato almeno una volta nell’ultimo anno in un museo o area archeologica.

La maggior concentrazione di strutture, oltre il 40%, è nel cosiddetto cuore verde d’Italia: Umbria, etruria laziale e Toscana centrale e meridionale, Abruzzo, la parte interna delle Marche. Si tratta di strutture generalmente piccole ma capillari.

Quanto sono importanti i volontari per tenere aperti i musei?

Il ricorso ai volontari rappresenta la regola (solo il 39% dichiara di non averne avuti nel 2015) e non l’eccezione, anzi in alcuni contesti superano il numero di addetti. Secondo quanto scrive l’Istat:

Nel 2015, avevano prestato la propria opera a sostegno dei luoghi della cultura quasi 18 mila
volontari, oltre 15 mila dei quali mobilitati nelle città del Centro-nord, nella città diffusa e
nel cuore verde. In alcuni territori, il numero dei volontari supera di gran lunga quello degli
addetti: nel cuore verde, oltre 6.800 volontari integrano l’attività di meno di 3.800 addetti; nella
città diffusa, i volontari sfiorano le quattromila unità, mentre gli addetti non raggiungono le
tremila.

E’ fisiologica questa partecipazione?

Precedente Spread a 190: quanto ci costa Successivo Udinese: in media 18.000 persone a partita. Tutti i numeri del pubblico di quest'anno.