Il centrosinistra sorpassa i 5 stelle. E Zingaretti vola oltre il 60%

Il trend era nell’aria da qualche settimana e i sondaggi pubblicati oggi sul sito del ministero (www.sondaggipoliticoelettorali.it) lo confermano. Nelle intenzioni di voto, la somma dei voti del centro sinistra incluse le sigle della galassia Leu (lasciando comunque fuori Potere al Popolo) è superiore a quella del Movimento 5 Stelle. 

Per Index Research (rilevazioni del 13/2) infatti abbiamo il seguente dato:

M5S: 22,3%

PD: 17,3%
+Europa: 2,9%
Altri Sinistra: 3,5%
CENTROSINISTRA 23,7%

Lega: 34,5%
FI: 8,3%

FdI: 4,6%

PaP: 2,3%
Altri: 4,3%

Il sondaggio più recente (17/2) a cura di Winpoll accentua ulteriormente il trend:

Potere al Popolo 1,6%
Movimento 5 Stelle 23,2%

Altri csx 1,7%
Più Europa 2,8%
Partito Democratico 18,7%
Liberi e Uguali 1,8%
CENTROSINISTRA 25%

Altri cdx 1,6%
Fratelli d’Italia 3,4%
Lega Nord 36,2%
Forza Italia 9,0%

 

Ovviamente perché la somma (che non funziona sempre in politica) dia il totale serve mettere insieme sigle che fino a ieri sono state in conflitto tra loro e con il PD.

E’ allora altrettanto significativo come, di nuovo per Winpoll, le intenzioni di voto alle primarie PD del prossimo 3 marzo vadano a premiare il candidato che più interpreta l’aspirazione di riaggregazione del centrosinistra, Nicola Zingaretti, con il 61% che distanzia Martina al 21% e Giachetti al 18%.

Precedente Ebook, tempo di classici e narrativa storica. Successivo Roma nord, Roma sud e tutto il resto della città