Disoccupazione, le involuzioni dal 1992 ad oggi (con serie storica).

La nuova fase di crisi economica, ampiamente annunciata nei mesi scorsi (qui luglio  2018, settembre 2018 e gennaio 2019) apre un fronte pericoloso sul mercato del lavoro.

La crisi del 1992 portò il tasso di disoccupazione italiano sopra il 10% per un lungo periodo, dal 1994 al 2000 (con punte superiore all’11%). La lunga discesa della disoccupazione in Italia dura tutto il ciclo successivo fino alla crisi mondiale del 2008. Nel 2006/2008 si registra il miglior tasso di disoccupazione italiano degli ultimi 25 anni: 6,8% nel 2006, 6,1% nel 2007, 6,7% nel 2008.

Abbiamo poi una rapida risalita fino al massimo dell’ultimo quarto di secolo, che si registra nel 2014 con un tasso di disoccupazione al 12,7%. Il doppio del 2006.

Negli ultimi quattro anni si è assistito ad una lieve discesa che arriva fino al terzo trimestre del 2018 (n.b. nel grafico e nella serie si è preso a riferimento il II semestre che ha valori intermedi rispetto al I e III).  Il riassorbimento è però solo parziale, perché il dato ci segnala una disoccupazione ancora oltre l’11% nel 2017 e intorno al 10% nel 2018 (manca ancora il IV trimestre): insomma, siamo oggi come all’apice della crisi di inizio anni novanta ma… sta iniziando una nuova crisi economica.

Di seguito la tabella ripresa da ISTAT relativa ai tassi di disoccupazione italiana dal 1992 al 2018.

Il rischio evidenziato dal grafico e dalla tabella è chiaro: trovarci nei prossimi anni di fronte a livelli di disoccupazione alti come mai nella storia del nostro paese.

  maschifemmineTotale
19937.19639813.9168339.725952
19948.18290514.69974110.648565
19958.55934915.44640511.190954
19968.59738215.28202811.173254
19978.61551115.37979911.237394
19988.64776915.42239611.298768
19998.30516714.78439510.865007
20007.67654213.59694510.031873
20016.91652412.1094959.003392
20026.52214811.3582548.471381
20036.44532811.3035658.411577
20046.31153410.4780197.998311
20056.16803610.0438577.730478
20065.4212988.7740216.776605
20074.877647.8400596.075413
20085.4953788.49576.723242
20096.7244469.2223647.748566
20107.4974099.5979748.362502
20117.5182939.5439238.359028
20129.80337411.82586810.654541
201311.47723613.06670212.148699
201411.86053313.79816912.682801
201511.31500812.6939311.89604
201610.88951812.77440711.68821
201710.33856412.38641111.21057
2018 (II trim.)9.84671611.77419110.671403

 

 

 

Precedente Rosa e 'nativi digitali', il mercato degli ebook cambia le gerarchie degli autori Successivo Febbraio, bestseller digitali